fbpx

FISIO-YOGA. UNA NUOVA CONCEZIONE DI PERCORSO TERAPEUTICO

Il nostro stato di salute è dato da un insieme di elementi, che si influenzano a vicenda e che, quando sono in equilibrio, ci permettono di sentirci bene.

Quello che mangiamo, l’attività fisica che pratichiamo, il lavoro che svolgiamo, le relazioni con la famiglia, coi colleghi, con gli amici sono tutti fattori che agiscono e contribuiscono a mantenere o perturbare l’equilibrio generale del nostro essere e quindi il nostro benessere.

Molto spesso i traumi o i dolori articolari accadono perché il nostro corpo richiede attenzione. I ritmi serrati che la vita quotidiana ci impone, ci spingono a cercare soluzioni che riducono i sintomi per un po’ di tempo, ma non risolvono il problema.

FISIO-YOGA. DI COSA SI TRATTA?

I percorsi terapeutici di MH Fisio prevedono una valutazione funzionale, seguita da trattamenti osteopatici o fisioterapici per gestire il dolore e la sintomatologia. Una volta passata la fase acuta, il paziente prosegue il percorso con lezioni di Fisio-Yoga, individuali o in piccoli gruppi. Attraverso posture, esercizi di controllo del respiro, meditazioni, non solo migliora l’articolarità ed il recupero della elasticità muscolare, ma è possibile ritrovare contatto con il proprio corpo, in maniera attenta e consapevole, imparare ad ascoltarlo e riconoscere i segni e sintomi prima che diventino ingestibili.

Lavorare sulla percezione aumenta i percorsi neuronali. Eseguire esercizi che ci fanno concentrare sul respiro, sul movimento delle braccia, sul movimento del tronco durante la respirazione ci aiutano a dirigere la nostra attenzione verso quella parte del corpo, lasciando stare momentaneamente altri pensieri che non servono. Questo permette di creare un nuovo percorso neuronale tra la nostra corteccia cerebrale (soprattutto quella prefrontale, quella che ci rende più evoluti rispetto agli animali) e quella zona anatomica. Il nostro sistema nervoso centrale impara a riconoscere quella parte del corpo, dandole maggior importanza e riconoscendo quindi i movimenti che possono far bene e anche quelli che non fanno bene. Questa nuova “memoria sensoriale” permetterà al paziente, una volta terminato il percorso terapeutico, di scegliere meglio quali attività praticare e come praticarle. Questo è Fisio-Yoga.

Recuperare la propria forma fisica dopo un trauma non è solo compito del fisioterapista o dell’osteopata. Il paziente stesso, in prima persona, partecipa attivamente al recupero. Attraverso esercizi specifici, il paziente può sperimentare una nuova consapevolezza del proprio corpo, scoprire l’importanza della respirazione e come questa può condizionare la sua salute, rieducarsi a muovere il corpo nel modo corretto, aumentare la percezione.

L’obbiettivo di Fisio-Yoga è quello di dare gli strumenti, la guida e l’ispirazione per diventare parte attiva nel percorso terapeutico, per una guarigione definitiva e per adottare uno stile di vita sano.

Fisio Yoga

FISIO-YOGA. A CHI E’ RIVOLTO?

Fisio Yoga è indicato per chi soffre di patologie a carico della colonna vertebrale (cervicalgie, dorsalgie, lombalgie, sciatalgie, ernie e discopatie), rigidità articolare della colonna e delle grandi articolazioni (ginocchia, spalle, anche), artrosi, contratture muscolari.

Può essere utile per chi soffre di fibromialgia, perché attraverso una pratica costante FisioYoga ha effetti sul sistema nervoso, ripristinando la percezione della sensibilità.

Indicato a chi soffre di cefalee, mal di testa, emicrania, insonnia. Utile per chi soffre di disturbi della digestione (stitichezza, intestino pigro).

Può essere praticato da chi ha la scoliosi, perché attraverso i movimenti consapevoli del corpo si può recuperare la mobilità della colonna e l’elasticità muscolare.

Translate