fbpx

La zona Lombare

Il tratto lombare della colonna vertebrale è una parte anatomica molto spesso bersaglio di problematiche di vario tipo e gravità, come per esempio: mal di schiena, artrosi, lombalgie, contratture muscolari, dolori e limitazioni di movimento collegati a sforzi, protrusioni, ernie.
colonnaPer la sua struttura e posizione, la zona lombare, con i suoi muscoli, legamenti, ossa, ci permette di mantenere la posizione (eretta o seduta).

Il peso della parte superiore del tronco (braccia comprese) e la movimentazione di carichi si concentrano sul tratto lombare. Per questo la zona lombare è più incline, rispetto ad altre parti della schiena, a soffrire di dolori.

Per mantenere una zona lombare sana e funzionale ed evitare l’insorgenza di patologie, dolori e problematiche, è fondamentale fare attività fisica in maniera adeguata e costante.
Il movimento consapevole ci aiuta in questo.

Movimento Consapevole

Dedicare del tempo, possibilmente ogni giorno, a muoversi in maniera corretta, abbinando movimento e respiro, permette di:

– recuperare elasticità muscolare
– recuperare articolarità
– recuperare flessibilità
– riattivare la circolazione linfatica e sanguigna
– eliminare le tossine
– rinforzare il sistema nervoso attraverso la creazione di nuovi percorsi neuronali

Il nostro corpo è fatto per muoversi. Tutte le strutture che lo compongono, dalle più piccole alle più grandi, mantengono la loro vitalità grazie al movimento. Anche quando dormiamo o quando siamo fermi, il corpo è soggetto a continui aggiustamenti e movimenti. La circolazione del sangue e della linfa non si fermano mai, il cuore batte, respiriamo, i muscoli mantengono un tono costante. Se una struttura che compone il nostro corpo smette di muoversi o riduce la sua vitalità, tutto il corpo ne risente.

I ritmi che la società odierna ci impone, spesso ci portano a rinunciare a fare attività fisica a causa dei molti impegni lavorativi o per pigrizia. Questi atteggiamenti provocano una riduzione del movimento e l’instaurarsi di uno stile di vita poco sano, sedentario. La maggior parte di noi trascorre molte ore della giornata seduta davanti al pc.

Il nostro corpo è abitudinario. Il corpo si adatta alle abitudini. Fare attività fisica è una sana abitudine: la circolazione si attiva, si eliminano tossine, si mantiene l’elasticità e la flessibilità muscolare e articolare e anche il nostro umore trae beneficio. Se invece ci muoviamo poco e stiamo molto tempo seduti, il nostro corpo si abitua a non muoversi, favorendo l’instaurarsi di problematiche di vario tipo a livello del sistema muscolo-scheletrico e di altri sistemi corporei.

Muoversi consapevolmente. Quando ci muoviamo facendo attenzione a quello che stiamo facendo, quando ci concentriamo sulle parti del corpo che stiamo muovendo e sulle sensazioni che il nostro corpo ci manda, ci stiamo muovendo in maniera consapevole.
Portare l’attenzione al movimento è un modo per iniziare a prendersi cura del corpo in maniera diversa.

Il corpo ci parla. Imparare ad ascoltare i segnali che il corpo ci manda ci permette di riconoscere e prevenire fastidi e dolori prima che peggiorino.Il movimento consapevole ci dà l’opportunità di imparare ad ascoltare il nostro corpo.
Ad ognuno il suo movimento. Muoversi in maniera consapevole vuol dire anche saper scegliere l’attività fisica più adatta in base a età, peso, altezza, sesso, attività lavorativa e condizioni generali.

Ristabilire una connessione

Il nostro corpo è fatto di parti, sistemi, apparati interconnessi tra loro attraverso vasi sanguigni e linfatici, nervi, tendini, legamenti, muscoli e tessuto connettivo. La funzionalità corporea è ottimale quando le varie parti comunicano senza intoppi e la connessione funziona al meglio con effetti positivi su:

– circolazione sanguigna e linfatica
– metabolismo
– sistema endocrino
– sistema immunitario
– sistema nervoso
– umore

Importante: anche l’ambiente in cui viviamo, le relazioni che abbiamo con partner, familiari, colleghi, amici contribuiscono al mantenimento o alla perturbazione del nostro equilibrio interno. Molte patologie muscolo-scheletriche insorgono per la rabbia accumulata o per la difficoltà a esprimere quello che abbiamo dentro. Curare la relazione con noi stessi e con gli altri in maniera consapevole è fondamentale per il benessere generale e per l’armonia di corpo e mente.

Lo stile di vita sedentario che spesso conduciamo, così come il passare del tempo (che determina un fisiologico invecchiamento delle strutture), possono far insorgere RIGIDITA’, DIFFICOLTA’ DI MOVIMENTO, insieme a RIDUZIONE DEL TONO-TROFISMO MUSCOLARE.
I primi segnali di sofferenza sono spesso impercettibili o poco percettibili. Quando si presentano dolori nella zona lombare, la maggior parte delle persone continua a condurre lo stesso stile di vita (lavoro, impegni), senza rallentare, sperando che il dolore passi da solo o provando a farlo passare assumendo farmaci. Purtroppo, la conseguenza più frequente è il peggioramento della situazione e l’insorgenza di problematiche più dolorose, che diventano impegnative da gestire e risolvere.

corpo umanoIl movimento consapevole ci permette di evitare tutto questo. Attraverso il movimento consapevole si può ritrovare un equilibrio tra le varie strutture corporee ed evitare l’insorgenza di dolori e problematiche.

La zona lombare è direttamente connessa a diverse strutture:

– diaframma toraco-addominale
– visceri
– pavimento pelvico
– muscoli addominali

Il movimento consapevole va ad agire su tutte queste strutture, con esercizi che abbinano movimento e respiro, per ricreare o ritrovare la giusta connessione, liberare la mente dai pensieri e mantenere o recuperare la funzionalità anatomica.

Una sequenza di Movimento Consapevole per la zona lombare

La sequenza che propongo nel video è un insieme di esercizi che vanno ad allentare la tensione a livello dei muscoli convolti nel movimento e nella funzionalità del tratto lombare:
– Quadrato dei lombi
– Ileo-psoas
– Muscoli paravertebrali
– Rotatori e flessori dell’anca
– Diaframma toraco-addominale
Per ottenere risultati duraturi è necessario dedicare del tempo, in maniera regolare, alla pratica di questi semplici esercizi. L’impegno costante permetterà di sperimentare benefici fisici e mentali. Ritagliare del tempo da dedicare alla pratica, inserendola nella propria routine settimanale o quotidiana, è un modo per creare una nuova sana abitudine e agire sul benessere generale di corpo e mente.

Ilaria Macherelli – MH Fisio

Translate