fbpx
Rinforzare la colonna vertebrale con la fisioterapia.

Il mal di schiena è senza dubbio il dolore più comune tra quelli muscolo-scheletrici e se non viene trattato correttamente può rendere difficili e faticose anche le azioni quotidiane più semplici.

Le cause sono molteplici e comprendono fattori meccanici (carichi di lavoro eccessivi e ripetuti), psicologici, posturali (stare molto tempo seduti davanti al computer, scoliosi, cifosi, ecc), fisici (come sovrappeso, fumo, stress). 

Per risolvere definitivamente il problema e ridurre il rischio di recidive è importante affidarsi alle mani di un fisioterapista specializzato.

A cosa serve la fisioterapia?

Come è possibile rinforzare la colonna vertebrale?

Scopriamolo insieme.

Mal di schiena: il ruolo della fisioterapia

Il ruolo della fisioterapia è cruciale nel ripristino dell’elasticità e della piena mobilità della colonna vertebrale, grazie all’esecuzione di esercizi mirati a eliminare eventuali blocchi presenti e a rinforzare i muscoli a sostegno della colonna stessa.

Esistono due step fondamentali nell’ambito della fisioterapia:

  • Fase 1: nella fase acuta (quando il paziente presenta dolore diffuso e intenso) la fisioterapia si avvale di terapie strumentali come tecarterapia o laserterapia associate a massoterapia decontratturante dei muscoli della zona interessata, con lo scopo di ridurre la fase infiammatoria e di conseguenza il dolore avvertito.
  • Fase 2: in questa fase si esegue invece la rieducazione posturale individuale. Il paziente, dunque, andrà ad eseguire una terapia più attiva e partecipe con esercizi in grado di allentare le tensioni muscolari e permettere al corpo di ritrovare un equilibrio posturale che riduca il rischio di recidiva del mal di schiena.

Quest’ultima fase è senza dubbio la più lunga nonché la più importante, in quanto punta a mobilizzare la colonna vertebrale e a rinforzarla.

Esercizi di rinforzo per la colonna vertebrale

Gli esercizi di rinforzo ricoprono un ruolo fondamentale: non soltanto tonificano la muscolatura del busto ma aiutano anche a prevenire lesioni e infortuni.

Se l’apparato locomotore risulta stabile, le articolazioni e i dischi intervertebrali si alleggeriscono e il rischio di dolore alla schiena si riduce.

Tra gli esercizi in grado di rendere la schiena più forte abbiamo:

  • Esercizi di rinforzo degli addominali: i muscoli addominali sono importanti quanto i muscoli della schiena per rinforzare e sostenere la colonna vertebrale. la parete addominale gioca un ruolo fondamentale nella distribuzione delle pressioni e quindi nella postura. E’ importante scegliere bene gli esercizi da eseguire e non improvvisare.
  • Allungamento dei muscoli lombari: attraverso esercizi di respirazione abbinati al movimento, si lavora sull’allungamento della muscolatura del tratto lombare, con sollievo dal mal di schiena.

Ma questi sono soltanto alcuni esempi.

Tenete bene a mente che eseguire gli esercizi in modo errato può solo avere un effetto negativo, motivo per il quale è sempre preferibile chiedere il consiglio e supporto di un fisioterapista.

Il ruolo della prevenzione

Una volta risolto il problema, sarà compito del fisioterapista fornire al paziente alcuni consigli utili su come imparare a sollevare i pesi in modo corretto, sulle calzature da preferire, su come mantenere una postura giusta nelle lunghe ore passate seduti in ufficio/a scuola e così via.

Il consiglio più importante sarà senza dubbio quello di inserire nella propria giornata uno spazio per poter eseguire una serie di esercizi di ginnastica di prevenzione, con lo scopo di allontanare le tensioni e rinforzare tutti i muscoli che sostengono la colonna vertebrale.

Translate